Stemma del Comune di Capoterra Comune di Capoterra
pagina Facebook pagina Twitter pagina Youtube pagina Google+
foto04.jpg

Piano strategico

 

Il Comune di Capoterra ha avviato nell'ottobre del 2005 il processo di elaborazione del PIANO STRATEGICO, finanziato dalla Regione Sardegna. Il processo di pianificazione si è concluso nel gennaio 2008 e ha visto la partecipazione attiva della società locale e dell'Amministrazione Comunale, nella sua componente politica e tecnico-amministrativa.
Il Piano Strategico è frutto di un percorso di pianificazione in cui i diversi rappresentanti della società locale capoterrese hanno avuto l'opportunità di esprimere le proprie esigenze e aspirazioni per il territorio. Gli Amministratori di Capoterra potranno in futuro assumere decisioni e promuovere politiche sulla base degli esiti di questo processo che non è terminato con l'elaborazione del Piano, ma prosegue con la sua attuazione.

L'ABITARE, il TESSUTO, la COESIONE SOCIALE e la CAPACITA' ISTITUZIONALE sono le quattro questioni strategiche che emergono dalla riflessione sugli esiti del processo di pianificazione strategica, in particolare:
- dal percorso di coinvolgimento attivato attraverso le interviste e gli incontri con la componente politica e tecnico-amministrativa del Comune;
- dal processo di partecipazione avviato con la società locale capoterrese, mediante i laboratori di progettazione partecipata con i cittadini residenti, le interviste ai rappresentanti delle lottizzazioni, i focus group con i rappresentanti del sistema produttivo, del mondo della scuola, del tessuto associativo, della struttura tecnico-amministrativa del Comune;
- dalla costruzione del quadro conoscitivo, attraverso l'analisi delle dinamiche demografiche e del contesto socio-economico di riferimento per il Piano.

ABITARE
Strategie per governare la città frammentata
Il processo di pianificazione strategica ha fatto emergere come il tema della residenza e dell'ABITARE a Capoterra sia una questione predominante nell'attenzione dei sui abitanti. Il Piano Strategico si propone di garantire e sviluppare una qualità dell'abitare diffusa nel territorio, considerando le specificità dei luoghi, e di qualificare il ruolo e il rango di Capoterra con riferimento all'area vasta cagliaritana, mediante una caratterizzazione delle politiche abitative e una qualificazione dell'offerte di servizi.

COESIONE SOCIALE
Strategie per costruire identità comuni

L'isolamento dei quartieri, determinato dalle cesure fisiche, e l'assenza di una identità comune delle diverse popolazioni che abitano Capoterra, sono stati identificati come cause delle principali problematiche legate alla COESIONE SOCIALE. Il Piano Strategico si propone di migliorare la coesione sociale fra le popolazioni residenti a Capoterra, rafforzare il legame tra la società civile e l'amministrazione locale e rafforzare il senso di appartenenza al luogo di residenza delle diverse popolazioni.

IL TESSUTO PRODUTTIVO
Strategie per la sostenibilità delle attività tradizionali e per l'innovazione
Il ruolo che le attività tradizionali possono ancora assumere nella società produttiva capoterrese e come sostenere il tessuto produttivo esistente, sono i temi più rilevanti per la questione strategica TESSUTO PRODUTTIVO. Il Piano si pone come priorità quella di facilitare la formazione e la crescita delle imprese, garantire forme di sostenibilità all'attività della pesca, aumentare la competitività delle attività imprenditoriali edili sul mercato provinciale e regionale, contrastare la crisi del settore agricolo, rivitalizzare le attività commerciali del centro di Capoterra, promuovere lo sviluppo di una economia turistica.

CAPACITA' ISTITUZIONALE
Strategie per l'innovazione amministrativa

Il Piano Strategico propone la CAPACITA' ISTITUZIONALE come una delle quattro questioni su cui è prioritario intervenire con azioni e progetti in grado di apportare un'innovazione alla struttura tecnico-amministrativa, al fine di migliorare le prestazioni e le funzioni pubbliche, sia con riferimento al coordinamento e alle relazioni all'interno dell'Amministrazione Comunale sia ai rapporti tra istituzioni e attori locali.


Attraverso il lavoro di condivisione, discussione, approfondimento portato avanti dai diversi attori del Piano sono stati individuati obiettivi generali e specifici e numerose azioni e proposte progettuali.
Tra le proposte, sono stati selezionati 15 progetti per la loro capacità di incidere più di altri sulle tematiche rilevanti del Piano. Per ciascuna azione e progetto sono stati individuati gli elementi utili a valutarne la fattibilità:

  • Progetto pilota per il Piano dei tempi
  • Attivazione dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico
  • Sviluppo e potenziamento dello Sportello Unico per le Attività Produttive
  • Piano di Comunicazione delle attività dell'Amministrazione comunale
  • Progetto pilota per il Bilancio Sociale
  • Piano di rafforzamento istituzionale
  • Riconoscimento partecipato dei beni identitari del territorio capoterrese
  • Strategie di inserimento ambientale della nuova SS 195
  • Riqualificazione integrata del sistema ambientale e produttivo della zona umida
  • Qualificazione del ruolo di Capoterra centro attraverso la valorizzazione della matrice storica dell'insediamento
  • Rafforzamento della rete di connessione tra i quartieri residenziali e il centro di Capoterra
  • Qualificazione del centro di Is Olias e del nucleo di Poggio dei Pini come porte di accesso all'arco collinare granitico di Santa Barbara ed al Parco naturale regionale delle foreste di Gutturu Mannu
  • Riqualificazione urbana del tracciato della vecchia sulcitana attraverso la ridefinizione delle relazioni tra infrastruttura e città
  • Riqualificazione ambientale e valorizzazione del sistema costiero quale centro ambientale di rigenerazione urbana dei quartieri litoranei
  • Centro servizi socio-culturali nell'area Sant'Angelo come nuova centralità urbana e territoriale

 

I questionari somministrati ai cittadini residenti hanno permesso di valutare la percezione in merito ai temi dell'ambiente, della mobilità e dei servizi e fornire una rappresentazione sui principali fattori che qualificano o penalizzano la città, sui servizi che dovrebbero essere migliorati, sulle esigenze di mobilità, su come viene percepita la presenza di impianti tecnologici presenti nel territorio comunale.
I laboratori di progettazione partecipata dal titolo "Immaginiamo insieme il futuro della città: idee e progetti per abitare Capoterra", attraverso i quali i cittadini hanno elaborato una visione futura della città e del territorio e hanno proposto idee e progetti da realizzare. Il metodo utilizzato è quello dello European Awareness Scenario Workshop (EASW) con il quale i cittadini suddivisi in gruppi, a seconda del quartiere di appartenenza, hanno immaginato Capoterra nel 2015 relativamente all'ambiente, ai servizi e all'abitare. I cittadini dei diversi quartieri hanno poi lavorato insieme sui tre grandi temi per costruire idee e progetti da proporre all'Amministrazione.
Le interviste rivolte agli amministratori dei condomini delle diverse lottizzazioni e ai sacerdoti delle parrocchie dei quartieri di Capoterra, con le quali si è indagato sulle "differenze" tra le popolazioni residenti, evidenziate dalle analisi demografiche (struttura della popolazione, professione, mobilità per lavoro e studio, etc.) e sugli "elementi comuni" emersi nell'ambito dei laboratori di progettazione partecipata.
I focus group tra agricoltori, commercianti, pescatori, scuole, associazioni, imprese e artigiani, imprenditori turistici, con i quali sono stati discussi i problemi e le opportunità del territorio di Capoterra. Nel corso di questi incontri tematici sono state proposte idee e progetti finalizzati a superare le criticità facendo leva sui punti di forza individuati.

 

Documenti:
Piano Strategico
All. A - Progetti e Azioni
All. B - Partecipazione
Pieghevole - Progetti Strategici
Pieghevole - La Partecipazione
Pieghevole - Le Questioni Strategiche
Opuscolo - Il Piano di Sintesi


Progetto iniziale di lavoro del Piano Strategico:
- il Progetto
- il Territorio
- i Temi del Piano
- il Percorso